Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

La nuova legge di Stabilità ha accolto un emendamento che estende l’ECOBONUS del 65% (detrazioni fiscali per il risparmio energetico) anche per l’acquisto e posa in opera delle schermature solari negli edifici già esistenti.
 
COSA SAPERE
 
1. 65% DETRAZIONE IRPEF per persone fisiche, oppure DETRAZIONE IRES per le società, più specificatamente ecco chi può usufruire dell’agevolazione fiscale:
  •  persone fisiche ( titolari di un diritto reale sull’immobile - i condomini per gli interventi sulle parti comuni condominiali - gli inquilini - coloro che hanno l’immobile in comodato)
  •  gli esercenti arti e professioni,
  •  contribuenti che conseguono reddito d’impresa ( persone fisiche, società di persone e società di capitali)
  •  le associazioni tra professionisti
  •  gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale

 

2. Il decreto non pone limiti prestazionali ai prodotti e non esistono livelli di prestazione al fattore solare.
Le schermature solari devono avere i seguenti requisiti:
  •  devono essere a protezione di una superficie vetrata
  •  devono essere applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili  dall’utente
  •  possono essere applicate, rispetto alla superficie vetrata, all’interno, all’esterno o integrate
  •  possono essere in combinazione con vetrate o autonome (aggettanti)
  •  devono essere mobili
  •  devono essere schermature “tecniche”
  •  per le chiusure oscuranti ( persiane, veneziane, tapparelle ecc. ) vengono considerati validi tutti gli orientamenti
  •  per le schermature non in combinazione con vetrate, vengono escluse quelle con orientamento NORD

 

3. L’importo massimo di spesa è pari ad € 60.000,00 che corrisponde ad una fornitura massima di € 92.000,00 posa in opera inclusa per tutto il periodo che va dal 01/01/2017 al 31/12/2017
 
ADEMPIMENTI
Per il rivenditore:
 
4. Fattura o ricevuta fiscale intestata con descrizione del prodotto compreso di posa e la descrizione aggiuntiva schermatura solare mobile ai sensi del D.L. 311/2006 allegato M.
 
5. Rilasciare la scheda tecnica del prodotto (manuale d’uso e manutenzione e garanzia)
 
Per l’utente/cliente finale:

6. Pagamento per chi non ha Partita Iva (persone fisiche) con bonifico bancario parlante effettuato da chi chiede la detrazione, contenente il suo Codice Fiscale, la Partita Iva della ditta che ha effettuato i lavori, la causale del versamento con riferimento alla legge finanziaria 2007. Andrà operata dalla banca la ritenuta d’acconto pari all’ 8% calcolato sull’imponibile fattura. Oppure pagamento tramite finanziamento credito al consumo. Pagamento per tutti i contribuenti titolari di reddito d’impresa: qualsiasi forma, senza obbligo della ritenuta d’acconto.
 
7. Il cliente che chiede la detrazione dovrà conservare oltre a tutta la documentazione sopra descritta, anche la ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID) che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa, esclusivamente attraverso l’apposito sito web, ed entro i 90 giorni successivi al collaudo o come da dichiarazione di conformità. Dovrà quindi essere compilato tramite il sito ENEA l’allegato F nel cui campo relativo al risparmio energetico stimato (punto 13) è possibile inserire il valore “zero”.
Tutte le informazioni sopra riportate sono state ricavate da materiale messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e dal sito dell’ENEA www.acs.enea.it che vi invitiamo a consultare.
 
Rimini, 01/01/2017